UNA TRADIZIONE FAMILIARE

DAL 1951 AI GIORNI NOSTRI

Terminata la Seconda Guerra Mondiale ed oramai prossimo al pensionamento, Carlo Giudici lascia la Fratelli Rossi a Barasso ma non per godersi il meritato riposo - nato nel 1890 aveva iniziato a lavorare all’età di 14 anni - bensì per mettersi in proprio, fondando ad Oltrona al Lago la ditta individuale “Carlo Giudici”, officina meccanica per la progettazione e la costruzione di macchine per la fabbricazione e la riparazione di pipe, macchine che ancora oggi sono installate presso fabbriche produttrici sia in Italia che all’estero.

Coadiuvato dai figli Ferdinando e Livio, il 17 maggio 1951 il nostro fondatore riscrive la Ditta come fabbrica minuteria metallica - fabbricazione di bocchini in ebanite per conto terzi.



La produzione prende il via con l’ausilio di due presse ed un’autoclave per la vulcanizzazione dei prodotti, mentre la mescola viene realizzata presso la Fratelli Rossi. Successivamente all’acquisto di un piccolo mescolatore “d’occasione”, il ciclo produttivo avviene completamente all’interno della nostra Azienda.
Ufficialmente, la nostra Ditta è stata l’ultima ad intraprendere questa attività ma è solo grazie alla sapiente esperienza del suo fondatore e al costante impegno nel dover impiegare le migliori materie prime, che il nostro prodotto si contraddistingue da subito per la sua qualità, imponendosi dapprima sul mercato italiano e subito dopo su quelli esteri come Inghilterra, Svezia e Malta, arrivando in breve tempo a fornire pressoché tutte le maggiori fabbriche e produttori artigianali esistenti.

Nel 1956, l’incremento delle richieste ci costringe ad un primo ampliamento della sede lavorativa di Oltrona al Lago per accogliere un maggior numero di dipendenti impiegati su nuove presse installate e per aumentare lo spazio dell’officina destinata alla progettazione e alla costruzione di stampi in proprio.

Il 19 aprile 1967, in seguito alla scomparsa del signor Carlo Giudici, la denominazione della nostra Ditta viene modificata in “Carlo Giudici dei F.lli Giudici” (società di fatto) e successivamente - il 7 aprile 1972 - come “Carlo Giudici dei F.lli Ferdinando & Livio Giudici Snc” mentre il 29 luglio 2002 assume l’attuale denominazione “Carlo Giudici Sas di Ferdinando Giudici & C.”
Dalla fine degli anni sessanta, la richiesta dei nostri bocchini in ebanite cresce ulteriormente tanto da sollecitarci a considerare di dar vita ad un sogno da sempre accarezzato da Carlo Giudici, dando inizio nel 1974 alla costruzione della sede attuale di oltre 1.100 mq. coperti, sempre ad Oltrona al Lago.

Qui l’attività produttiva prende il via nel settembre 1980 con l’impiego di macchinari potenziati e rinnovati per migliorare la qualità dei nostri prodotti e le condizioni di lavoro, sebbene il metodo di stampaggio a compressione e la vulcanizzazione dei nostri bocchini in ebanite è da sempre quello originale.
Nel corso degli anni, il numero degli stampi creati in proprio è notevolmente aumentato, tanto che la gamma che offriamo alla nostra clientela conta ora oltre 250 modelli differenti di cui circa 40 di disegno esclusivo.
Doveroso è sottolineare come le campagne contro il fumo, già degli anni ottanta, abbiano creato grave crisi nel mercato, segnando un grosso calo nell’utilizzo della pipa e spingendoci, per un buon periodo di tempo, a realizzare anche prodotti diversi in ebanite come manici per coltelleria professionale e per posateria, oltre a particolari di braccioli per poltrone ed articoli tecnici di alto design.